Il fuoco della cultura nell'artivismo indigeno

Un'esplosione di talento e creatività, una celebrazione della cultura, della comunità e dell'artivismo  indigeno, un invito ad avvicinarsi al fuoco e al cuore del popolo Musqueam e delle nazioni indigene di Turtle Island.

Il Centro Chan per le Arti dello Spettacolo, in collaborazione con il popolo Musqueam, sulle cui terre non concesse si trova l'Università della British Columbia (UBC), sono entusiasti di annunciare il nuovo festival inaugurale "Come Toward the Fire" (lett. muoversi verso il fuoco), che si terrà dal 17 al 18 settembre 2022, e presenterà le voci di artisti, performer, musicisti, oratori e gruppi di danza indigeni del popolo xʷməθkʷəy̓əm (Musqueam) e delle nazioni indigene di Turtle Island (Nord America). Il fine settimana inizierà con attività pubbliche e gratuite. La programmazione accessibile all'aperto includerà spettacoli di musica e danza, venditori indigeni, camioncini di cibo, presentazioni comunitarie, proiezioni di film e laboratori culturali. 

© Indigenous Enterprise

Condotte da Quanah Style, musicista e drag performer Two-Spirit dei gruppi Cree dell'America del Nord, le attività diurne comprenderanno anche uno spazio dedicato alla memoria, per offrire ai membri della comunità indigena l'opportunità di condividere un ricordo per ricordare i propri cari.

© Quanah Style

Il Museo di Antropologia dell'UBC ospiterà i laboratori per famiglie Musqueam Teachings il 17 e 18 settembre, dalle 11.00 alle 13.30. Con attività pratiche, i partecipanti potranno imparare i nomi dei luoghi Musqueam, guardare alla storia attraverso le linee del tempo Musqueam e interagire con gli oggetti Musqueam. Questo laboratorio è tratto dal popolare kit didattico del MOA, sviluppato in collaborazione con i Musqueam: xʷməθkʷəy̓əm: qʷi:l̕qʷəl̕ ʔə kʷθə snəw̓eyəɬ ct (Musqueam: fornire informazioni sui nostri insegnamenti). Lo schermo all'aperto della Belkin Art Gallery presenterà Stories from Musqueam, una serie di cortometraggi e video che presentano il lavoro e le parole di artisti Musqueam, custodi del sapere culturale e membri della comunità. Sabato sera, nella Chan Shun Concert Hall, a partire dalle 19, si terrà un concerto in stile festival. Le popolazioni indigene autoidentificate possono assistere gratuitamente al concerto. Si esibiranno dieci artisti e due gruppi di danza provenienti da tutto il continente e l'evento sarà condotto da Quelemia Sparrow, attrice e drammaturga del popolo Musqueam.

"Skyborn, a land reclamation odyssey" di Quelemia Sparrow © Emily Cooper

Tra gli artisti che si esibiranno durante il concerto serale ci saranno Julian Taylor, artista solista dell'anno, nominato ai premi JUNO e vincitore del Canadian Folk Music Award 2021, di origini Mohawk (in lingua irochese Kanienkeh, Kanienkehaka o Kanien'Kahake, e lett. "Popolo della pietra focaia", "popolo della luce", "uomini fulmine" o "figli delle stelle", della Valle Mohawk del Canada sud-orientale) e indiane occidentali; il duo sperimentale di "throat singing" (canto di gola, gutturale) PIQSIQ; e Indigenous Enterprise, un gruppo di danza multinazionale con sede negli Stati Uniti, guidato da campioni di danza pow wow, che si è esibito all'inaugurazione presidenziale di Joe Biden.

La Juliant Taylor Band esegue il brano "The Ridge" ai premi Junos negli studi della CBC Music:

"Qunmuuyuq: Ascend" del duo PIQSIQ, improvvisazione dal vivo presso la Cattedrale di Christ Church:

Compilation di danze di Indigenous Enterprise:

Il concerto vedrà anche la partecipazione della rapper Musqueam, prima poetessa laureata indigena della città di Vancouver, Christie Lee, che si esibirà con Lady Sinncere, musicista, modella e attrice del popolo Squamish e Nisga'a (lett. "gente del fiume Nass", della Columbia Britannica settentrionale); la cantante Haida pop e R&B nominato ai premi JUNO Carsen Gray; il compositore e cantante Russell Wallace, membro della Nazione Lil'wat (del popolo St'át'imc, dei gruppi Lillooet della Riserva indiana di Mount Currie), che guiderà un ensemble jazz per il suo Tillicum Shantie Project; la DJ afro-indigena Two-Spirit Orene Askew (DJ O Show) della Nazione Squamish; i fratelli Sekawnee e Sekoya Baker di origine Squamish e Tla'amin (in lingua Comox: ɬəʔamɛndella, Nazione indiana di Sliammon della Costa Sunshine, della Columbia Britannica sud-occidentale); il cantante R&B Musqueam Noah Crawford che farà il suo debutto; e il gruppo familiare della Costa Salish di tre generazioni di cantanti, percussionisti e danzatori Tsatsu Stalqayu, noto anche come Coastal Wolf Pack

Videoclip del brano "Can't Kill Me" di Lady Sinncere e Christie Lee, a sostegno della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne:

Videoclip del brano "Sah 'Laana" di Carsen Gray, un omaggio alla bellezza della Terra supportato da TakingITGlobal, una delle principali reti mondiali di giovani che si occupano di affrontare le sfide globali, diffondendo consapevolezza attraverso le arti:

Performance del progetto "Tillicum Shantie" di Russell Wallace filmata nei territori non concessi dei popoli indigeni della Coast Salish, compresi i territori degli xʷməθkwəy̓əm (Musqueam), Skwxwú7mesh (Squamish), Stó:lō e səlil̓wətaʔɬ/Selilwitulh (Tsleil-Waututh): 

The O Show, un documentario che esplora la vita e il lavoro di Orene Askew come motivatrice, DJ e attivista afro-indigena Two Spirit:  

Il gruppo di canto e danza Tsatsu Stalqayu (Coastal Wolf Pack) parla della sua musica e della sua cultura: 

Inoltre, Come Toward the Fire presenterà la prima di una nuova composizione musicale co-creata dalla maestra tessitrice Debra Sparrow, custode della conoscenza Musqueam, in collaborazione con il musicista Ruby Singh e un ensemble di musicisti d'archi di Vancouver. L'opera intreccerà elementi musicali tratti direttamente dal disegno della coperta per la riconciliazione di Sparrow e darà forma musicale a un'espressione interculturale di collaborazione tra Musqueam e non indigeni. Altre coperte e tessiture di Sparrow saranno esposte al Chan Centre per tutto il fine settimana. Il concerto serale sarà registrato e trasmesso su CBC Music, CBC Radio One e CBC Gem il 30 settembre, in occasione della Giornata della Camicia Arancione e della Giornata Nazionale per la Verità e la Riconciliazione, e su CBC Television per uno speciale di un'ora.

Tessere per la riconciliazione, Debra Sparrow al lavoro sulla sua tessitura nel Museo di Antropologia della UBC - Università della Columbia Britannica © Alina Ilyasova

Domenica 18 settembre, il festival si concluderà con un concerto della leggendaria artista e musicista Cree Buffy Sainte-Marie, vincitrice di un Oscar. Buffy Sainte-Marie ha trascorso la sua vita a creare, innovare e sconvolgere. Dopo oltre cinque decenni di premiata carriera, la prolifica cantautrice Cree è stata un'apripista musicale, un'attivista ambientale, un'instancabile sostenitrice dei popoli emarginati, una musicista prolifica, un'attrice e un'icona femminista.

La leggendaria Buffy Sainte-Marie esegue quattro canzoni con la sua band, collegando le sue giuste canzoni di protesta - tra cui "Universal Soldier", rilevante oggi come quando divenne un inno durante la guerra del Vietnam - alle canzoni d'amore che hanno fatto da colonna sonora a innumerevoli balli lenti e successi country pop come "Up Where We Belong": 

Il nome hən̓q̓əmin̓əm̓ di questo evento è stato fornito dall'anziano Musqueam Larry Grant, con un ringraziamento speciale all'artista Musqueam Christie Lee per aver suggerito il nome "move toward the fire". Questa frase sostiene un movimento per riportare le voci indigene in primo piano e riportarle al centro, al fuoco e al cuore della comunità, dopo generazioni di allontanamento a causa delle scuole residenziali. 

« Questo festival è una bellissima opportunità per mostrare le gioie dell'indigeneità. Spesso le rappresentazioni degli indigeni sono impantanate nella tragedia. Pur riconoscendo la storia e la continua oppressione dei popoli indigeni, abbiamo voluto ampliare la narrazione. La storia dei popoli indigeni non è monolitica, né lo sono le nostre culture. Con i vari creativi che abbiamo invitato per questo festival, stiamo evidenziando l'incredibile diversità dei talenti indigeni, sia attraverso il cibo, la danza, il canto o altro. Naturalmente, siamo particolarmente lieti di presentare questo festival in collaborazione con Musqueam. »
Pat Carrabré, direttore del Centro Chan e membro della Federazione Métis del Manitoba.
L'immagine principale del festival è stata creata da Chase Gray, artista queer non binaria di origine Musqueam e Tsimshian (in lingua tsimishianica Ts'msyan, lett. "All'interno del fiume Skeena").

hən̓q̓əmin̓əm̓, logo del festival "Come Toward the Fire" © Chase Gray

Commenti